13 Dicembre 2019

5.1.2. LENIN, IL PIÙ GRANDE UOMO DEL XX SECOLO

Il 4 dicembre 1887 gli studenti di Kazan occupano l'Università per tenervi un'assemblea. Tra di loro c'è un giovane studente di giurisprudenza. L'iniziativa è considerata sovversiva dal regime zarista russo e quella stessa notte la Polizia arresta una quarantina di studenti. Si racconta che all'osservazione del poliziotto che lo portava al commissariato chiedendogli: «Perché vi ribellate, giovanotto? Avete davanti a voi un muro», quel giovane studente di giurisprudenza abbia risposto: «Sì, un muro cadente; basterà una spinta». Viene rilasciato due giorni dopo ed espulso dall'Università. Quel giovane studente si chiamava Vladimir Il’ič Ul'janov, e diventerà famoso con lo pseudonimo di Lenin.1
Lenin, pseudonimo di Vladimir Il'ič Ul'janov (22 aprile 1870 – 21 gennaio 1924) è stato un politico, rivoluzionario e filosofo russo naturalizzato sovietico. Artefice della Rivoluzione russa dell'ottobre 1917, fu capo del partito bolscevico e presidente del Consiglio dei Commissari del Popolo della Russia sovietica e poi dell'URSS. Fu il primo marxista che riuscì a mettere in atto una rivoluzione, adattando le teorie di Marx e Engels al contesto russo di inizio '900. Tutt'oggi il suo pensiero, tutt'altro che dogmatico, rimane una immensa teoria “aperta” cui attingere e ispirarsi per il presente. Il modo migliore per conoscere Lenin è leggere integralmente le sue opere, che si trovano in buona misura sul sito marxists.org. Un lavoro più articolato di introduzione al suo pensiero è stato svolto nella messa a disposizione gratuita de Riscoprire Lenin. Il pensiero del grande rivoluzionario russo in una piccola antologia2 in cui si presentano le quattro opere principali (Che Fare? del 1902, L'Imperialismo fase suprema del capitalismo del 1916, Stato e Rivoluzione del 1917 e L'estremismo, malattia infantile del comunismo del 1920) nei loro punti politici e teorici essenziali. Questo capitolo si può vedere come un'integrazione ulteriore di quel lavoro, valorizzandone alcune massime in maniera spettacolar-propagandistica ma anche aggiungendo molti testi e questioni non trattate in quella sede.
1. L. D. Trockij, Il giovane Lenin, Mondadori, Milano 1971, p. 137.
2. A. Pascale (cura di), Riscoprire Lenin. Il pensiero del grande rivoluzionario russo in una piccola antologia, agosto 2015, disponibile su http://intellettualecollettivo.it/riscoprire-lenin/.