24 Gennaio 2021

5. IL CREPUSCOLO DEI BOLSCEVICHI

Arriviamo al decennio della crisi, quello degli anni '80, in cui si assiste al “crepuscolo dei Bolscevichi”. L'Unione Sovietica, seppur tra incertezze e problematiche di vario tipo, conseguenze dirette di lunga durata del revisionismo intrapreso nel 1956 e a cui il gruppo dirigente non ha saputo (voluto?) porre rimedio, continua a costituire un argine fondamentale per l'imperialismo e a costituire un punto di riferimento imprescindibile per i popoli di tutto il mondo. Di fronte alle difficoltà crescenti però né Andropov né Černenko hanno le capacità, la consapevolezza o semplicemente il vigore fisico per poter intraprendere la lotta necessaria per rimettere il paese sulla barra dritta.
Vediamo le vicende di questo periodo.