22 Settembre 2020

5.5. LA NASCITA DELL'ASSISTENZA SANITARIA UNIVERSALE GRATUITA

«Solamente nel XX secolo grazie ai regimi politici basati sul socialismo reale
fu possibile garantire l'assistenza sanitaria universale gratuita
». (Wikipedia)66
«Gli operai ricevono controlli sanitari obbligatori due volte l'anno, e chiunque venga trovato in salute non adeguata viene liberato dal lavoro e inviato a riposare a casa, in un sanatorio o in un ospedale. Nel frattempo riceva la sua intera retribuzione, così come cure mediche e alloggiamento gratuiti. Non appena una donna sa di essere incinta lo dice al supervisore, e se sta facendo un turno di notte la si libera. Le si danno due mesi di vacanza prima della nascita del bambino e ritorna al lavoro due mesi dopo la nascita. Nel frattempo la madre riceve piena retribuzione, i servizi medici e le cure ospedaliere sono gratuite». (William H. Duprey, 1936, descrivendo le condizioni di vita nell'URSS)67
Nell'immagine una distribuzione gratuita di una medicina contro la poliomielite fatta nell'URSS a dei bambini che ai tempi dello Zar non avrebbero avuto la possibilità economica di curarsi e sarebbero molto probabilmente morti precocemente.
Il servizio sanitario pubblico che è stato istituito in Unione Sovietica rappresenta un esempio significativo di costruzione socialista. Nella Russia Sovietica vi era una vasta rete sanitaria, basata sull'economia socialista centralmente pianificata, che provvedeva a cure mediche gratuite per l'intera popolazione. I numeri parlano da soli: prima della Rivoluzione d'Ottobre, nella Russia zarista, l'aspettativa di vita era solo di 32 anni. Dopo il 1917, in pochi anni, l'aspettativa di vita salì a 44 anni (1920). Nel 1987, L'Unione Sovietica aveva la stessa aspettativa di vita del mondo occidentale (69 anni). Durante la costruzione del socialismo, il numero dei medici di ogni specializzazione fu rapidamente aumentato, mentre la mortalità infantile (che nella Russia prerivoluzionaria era un problema enorme) è diminuita di dieci volte. Nella metà degli anni '80, approssimativamente 160 milioni di persone sostenevano check-up sanitari preventivi annuali, mentre più di 35 milioni erano sotto costante monitoraggio medico gratuito. Nello stesso periodo, esistevano nell'Unione Sovietica più di 28.000 ambulatori di stato per uomini, donne e bambini. Da notare che nella Russia capitalista di Putin, l'aspettativa di vita è diminuita nel 2004 a 63 anni. Inoltre, nella Russia capitalista degli oligarchi e dei gruppi monopolistici la sanità non è più né pubblica né gratuita: numerosi ospedali e cliniche statali sono state chiuse mentre venivano aperti grandi ospedali privati, gli “incidenti” sul lavoro sono aumentati (6000 morti ogni anno) e i lavoratori russi devono pagare i servizi anche nei residui ospedali pubblici.68
66. Wikipedia, Assistenza sanitaria, disponibile su https://it.wikipedia.org/wiki/Assistenza_sanitaria.
67. W. H. Duprey, Come sono ingrassato cercando la fame nella Russia sovietica, 1936; inizialmente ripostato da lamanchaobrera.es, sito ora inattivo; qui si fa riferimento alla traduzione in italiano del Centro di Cultura e Documentazione Popolare e pubblicazione in data 26 aprile 2013 su http://www.resistenze.org/sito/te/cu/ur/cuurdd26-012705.htm.
68. N. Mottas, Why Socialism is superior to Capitalism, cit.