24 Gennaio 2021

2.11. IL KALASNIKOV, UN'ARMA PER DIFENDERE IL SOCIALISMO

«Abbiamo lavorato per la società socialista, per il bene del popolo. Non mi sono mai pentito».

«È colpa dei nazisti se sono diventato un progettista di armi, io ho sempre voluto costruire macchinari agricoli».

«Non è colpa mia se oggi tali armi vengono usate là dove non si dovrebbe usarle. La colpa è dei politici non dei costruttori. Io ho creato armi per la difesa dei confini della patria».
Michail Timofeevič Kalašnikov (Kur'ja, 10 novembre 1919 – Iževsk, 23 dicembre 2013) è celebre per l'invenzione del fucile d'assalto AK-47, diventando il più famoso progettista di armi russe. Di umili origini, comincia la sua carriera di ingegnere lavorando in un deposito ferroviario dove ha modo di accrescere le sue conoscenze riguardo alla meccanica. Nel 1938 è spostato nell'Armata Rossa, dove serve come comandante di carri armati durante la seconda guerra mondiale. Nell'ottobre del 1941, Kalašnikov è gravemente ferito in combattimento e congedato dalle linee del fronte. Si dice che egli abbia cominciato a creare il suo primo progetto in ospedale entrando presto a far parte dell'Istituto Aeronautico di Mosca. Qui Kalašnikov progetta varie innovazioni per i carri armati, incluso un contatore del numero di colpi sparati. Negli anni è promosso al ruolo di capo ingegnere e messo a capo di ingenti risorse da sfruttare. Nel 1947 progetta l'AK-47 (un acronimo per “Avtomat Kalašnikova obrazca 1947 goda”). Kalašnikov, che aveva cominciato come un inventore autodidatta, assume l'ambita posizione di Capo progettista delle armi leggere per l'Unione Sovietica. Michail Kalašnikov è insignito per ben due volte del titolo di Eroe del Lavoro Socialista. Con le sue armi ha infatti permesso al socialismo di difendersi adeguatamente contro ogni possibile minaccia imperialista. Se fosse nato dall’altra parte della cortina di ferro sarebbe diventato miliardario, ma lui risponderebbe che solo grazie al socialismo un autodidatta come lui, che aveva appena fatto le medie, è potuto diventare un uomo importante.63
63. Fonti usate: CBS/AP, Kalashnikov assault rifle designer dead at 94, CBS, 23 dicembre 2013; Redazione Il Fatto Quotidiano, Morto Kalashnikov, inventore dell’AK-47: “Le vittime? Colpa dei politici”, Il Fatto quotidiano (web), 23 dicembre 2013; Redazione Analisi Difesa, È morto Mikhail Kalashnikov, Analisidifesa.it, 24 dicembre 2013; Wikipedia, Michail Timofeevič Kalašnikov.