02 Agosto 2021
Notizie ed Eventi

DALLA STORIA DELL'URSS ALLA STORIA UNIVERSALE

23-01-2021 17:03 - Le nostre notizie
Perché chiamare questo sito Storiauniversale.it se vi si trova solo la storia dell'URSS, si sarà chiesto qualcuno. In effetti l'opera da cui sono tratti i materiali, la Storia del Comunismo, offre un titolo abbastanza eloquente e apparentemente contraddittorio o fazioso rispetto allo scopo del sito. Ora che abbiamo terminato la pubblicazione anche del 12° capitolo, l'ultimo del primo volume del libro, possiamo passare a rispettare pienamente l'intento del sito, ampliando lo sguardo sulle vicende del resto del mondo attraverso il secondo volume, originariamente intitolato La crociata anticomunista contro la decolonizzazione antimperialista.
La direzione non è casuale, ma segue un ordine ben preciso, partendo dall'analisi del grande antagonista dell'URSS, quegli Stati Uniti d'America che rimangono tuttora la principale potenza mondiale, anche se verosimilmente non ancora per molto... Dopo aver analizzato a grandi linee la politica statunitense (interna ed estera) dell'ultimo secolo, passeremo alle vicende delle altre macro-aree regionali: l'Europa orientale, l'Africa, l'America Latina e l'Asia, con approfondimenti specifici su Cuba e Cina. Infine arriverà un capitolo speciale dedicato all'Italia e al PCI, oltre e ulteriori materiali riguardanti il campo della cultura e della nostra attualità. Il presupposto del percorso suggerito è che per giudicare adeguatamente gli effetti del comunismo nell'ultimo secolo occorra necessariamente uscire dall'ottica eurocentrica e ampliare lo sguardo sulle vicende di tutto il globo. Senza un quadro di totalità, su cui molte analisi storiche precedenti hanno difettato, sarà impossibile per qualunque lettore comprendere pienamente non solo i risultati dell'URSS e del movimento comunista, ma perfino l'essenza della storia contemporanea e la nostra stessa società, la quale evidenzia in maniera sempre più marcata l'inadeguatezza della struttura capitalista nel garantire benessere e progresso ai popoli del mondo, Occidente compreso.

Inizieremo con una breve INTRODUZIONE SULLA QUESTIONE COLONIALE, così articolata:
A. LE ARRETRATEZZE DELLA II INTERNAZIONALE SUL COLONIALISMO
B. LENIN, LA III INTERNAZIONALE E LA LIBERAZIONE DELL'UMANITÀ
C. LE CONSEGUENZE DELLA GUERRA FREDDA PER IL TERZO MONDO
D. L'APPELLO DI ERNESTO “CHE” GUEVARA ALLA RIVOLTA MONDIALE

Passeremo poi rapidamente alla pubblicazione di TOTALITARISMO E IMPERIALISMO DEGLI USA, che raccoglierà i capitoli 13 e 14. Si segnala, riguardo al 13° capitolo, la presente recensione di Marco Quagliaroli. Questa la scaletta dei contenuti:
1. IL SILENZIOSO GENOCIDIO DEGLI INDIANI
2. STORIA DEL MOVIMENTO OPERAIO STATUNITENSE
3. IL REGIME RAZZISTA IMPOSTO AGLI AFRO-AMERICANI
4. I CAMPI DI CONCENTRAMENTO PER I GIAPPONESI
5. IL MACCARTISMO, LE PURGHE DEGLI USA
6. UN PAESE LIBERO E DEMOCRATICO?
7. IL GRANDE NEMICO DEI POPOLI DEL MONDO
8. CRONOLOGIA DELLE OPERAZIONI ESTERE STATUNITENSI DAL 1798 AL 1945
9. LE CORPORATIONS AMERICANE ED HITLER
10. NAZISTI AL SERVIZIO DELLA CIA CONTRO L'URSS
11. GLI INTERVENTI DEGLI USA DURANTE LA GUERRA FREDDA (1945-1991)
12. IL DOMINIO FINANZIARIO NEOCOLONIALE, IL FMI E LA BANCA MONDIALE
13. IL POTERE DELLE MULTINAZIONALI
14. IMPERIALISMO CULTURALE STATUNITENSE

Abbiamo impiegato circa un paio d'anni a pubblicare il primo volume, il che vuol dire che verosimilmente occorrerà almeno altrettanto tempo per completare l'epoca contemporanea. Non posso che rinnovare i profondi ringraziamenti e la stima per il lavoro costante, sotterraneo e silenzioso, del compagno Fabio Rontini, che ha permesso di realizzare il piccolo miracolo costituito da questo sito. Storiauniversale.it è diventato un punto di riferimento per decine di migliaia di persone. I dati dicono che solo nel 2020 si sono raggiunti circa 50 mila accessi, di cui quasi 40 mila sono visitatori unici. È curioso e promettente che il secondo paese di provenienza degli utenti, dopo l'Italia ovviamente, siano proprio gli USA. Certo, non tutti seguono con regolarità il sito, e non mancano coloro che vi arrivano per curiosità o per caso per poi scappare a gambe levate, ma si tratta di numeri che per i nostri tempi e le nostre condizioni sono sinonimo di un successo che non può fare altro che accrescersi, man mano che aumenterà il materiale sempre più variegato messo a disposizione.

L'invito a tutti i lettori è di continuare a seguirci e contribuire attivamente a diffondere un sito libero e indipendente che non si regge (e non si reggerà mai) su sponsorizzazioni finanziarie di alcun tipo, ma unicamente sui contributi volontari che vorrete mandare per aiutare a mantenerlo in vita. Le spese di gestione, comprendenti l'aggiornamento e la manutenzione tecnica, ammontano a circa 300 euro all'anno. Chi volesse contribuire al progetto del sito, con recensioni, suggerimenti, critiche o donazioni economiche, può scrivere alla mail info@intellettualecollettivo.it.