28 Gennaio 2021

3.1. “LAVORIAMO PER FAVORIRE LA COSTRUZIONE DEL SOCIALISMO”

«Compagni! Lo sviluppo interno del nostro paese è strettamente legato alla situazione nell'arena mondiale. […] L'Unione Sovietica è uno Stato amante della pace. Ciò deriva dalla natura stessa del nostro ordinamento socialista. Gli scopi della politica estera sovietica, così come sono stati formulati dal XXIII congresso del PCUS, consistono nell'assicurate insieme agli altri paesi socialisti condizioni internazionali favorevoli alla costruzione del socialismo e del comunismo; nel rafforzare l'unità e la compattezza dei paesi socialisti, la loro amicizia e fratellanza; nell'appoggiare il movimento di liberazione nazionale e nel realizzare una collaborazione multiforme con i giovani Stati in via di sviluppo, nel difendere con coerenza il principio della coesistenza pacifica degli Stati a diverso regime sociale, nell'opporsi decisamente alle forze aggressive dell'imperialismo, nel liberare l'umanità dal pericolo di una nuova guerra mondiale. Tutta l'attività pratica del CC nell'arena internazionale è stata diretta a raggiungere questi scopi».27
27. Ibidem.