05 Dicembre 2020

3.10. LA SITUAZIONE DELL'AMERICA LATINA

«Per quanto riguarda il nostro paese, esso sostiene in pieno questa giusta lotta. In questi anni ha avuto ulteriore sviluppo la collaborazione politica ed economica fra l'URSS e i paesi di nuova indipendenza. Si estendono i nostri scambi commerciali con essi. In molti Stati d'Asia e d'Africa sono state costruite con la nostra assistenza decine di aziende industriali ed agricole. Noi apportiamo un nostro contributo anche all'opera di formazione dei quadri di specialisti per questi paesi. Tutto ciò avviene nell'interesse reciproco. Notevoli cambiamenti si registrano nella vita di una serie di paesi dell'America Latina. Un importantissimo avvenimento è stata la vittoria delle forze dell'Unità popolare nel Cile. Qui, per la prima volta in tutta la storia del continente, il popolo ha conseguito per via costituzionale la formazione di un governo di suo gradimento e in cui ha fiducia. Ciò ha suscitato l'ira della reazione interna e dell'imperialismo yankee, che mirano a privare il popolo cileno delle sue conquiste. Ma il popolo del Cile è fermamente deciso a proseguire sulla via da esso prescelta. I lavoratori degli altri paesi dell'America Latina si schierano a favore della politica progressiva del Cile. Contro lo strapotere dei monopoli americani si battono i governi del Perù e della Bolivia. Si avvera la previsione del grande Lenin che, incominciando dalla lotta per la libertà nazionale, i popoli delle colonie e dei paesi dipendenti arriveranno alla lotta contro le basi stesse del regime dello sfruttamento. E, certamente, ciò significa un durissimo colpo alle posizioni del capitalismo nel suo insieme come sistema sociale mondiale».37
37. Ibidem.